Di un padre che non c'era

Di un padre che non c’era

Totò è un attore pugliese che il regista conosce nel 1983 sul set del Film di Fellini “E La Nave Va”, dove veniva schiaffeggiato in scena dalla protagonista per ben dieci volte. Dopo quasi 25 anni, Totò perde l’udito propio dall’orecchio che era stato schiaffeggiato in quella occasione. Il film racconta un viaggio a ritroso, a cominciare da quell’evento tragicomico, che attraversa la vita di un attore oggi, in Puglia, e che ci racconta le motivazioni profonde alla base di una scelta di vita così complessa come è quella di un attore oggi.